NEL CASO IN CUI LA SEDE PRINCIPALE DELL’ATTIVITÀ DELL’INSERZIONISTA SI TROVI NEGLI STATI UNITI, L’INSERZIONISTA DOVRÀ LEGGERE IL DOCUMENTO CONTRATTO VINCOLANTE DI ARBITRATO E RINUNCIA ALL’AZIONE DI CATEGORIA (ARTICOLO 8), CHE RIGUARDA LA MODALITÀ DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE.

 

Il presente Contratto per Microsoft Bing Ads (“Contratto”) viene stipulato tra l’inserzionista in qualità di persona fisica o giuridica indicata nell’account Bing Ads (“inserzionista”) e la persona giuridica Microsoft identificata all’Articolo 11 (“Microsoft”) relativamente a Bing Ads (“Bing Ads”) (informazioni disponibili all’indirizzo http://advertise.bingads.microsoft.com/ (“Sito di Bing Ads”)). L’inserzionista accetta il presente Contratto qualora si registri a Bing Ads, ordini i servizi di Bing Ads oppure continui a utilizzare Bing Ads dopo avere ricevuto comunicazione di una modifica al Contratto stesso. In aggiunta a tali condizioni, il presente Contratto è composto dagli “Ordini di Inserzione” (un ordine per l’acquisto di annunci effettuato a Microsoft), dalle regole e dai requisiti Microsoft in vigore in quel momento per Bing Ads sul Sito di Bing Ads, dai Criteri di Bing Ads di Microsoft (disponibili all’indirizzo http://advertise.bingads.microsoft.com/en-us/bing-ads-policies) e, nel caso in cui la sede principale dell’attività dell’inserzionista si trovi negli Stati Uniti, dal documento Contratto di Arbitrato e Rinuncia all’Azione di Categoria. L’inserzionista garantisce di essere autorizzato ad accettare il presente Contratto e ad agire per conto di una persona giuridica o di terzi per i quali intraprende azioni o autorizza ad intraprendere azioni ai sensi del presente Contratto.

 

Articolo 1. Bing Ads. L’inserzionista potrà accedere a Bing Ads e utilizzarlo esclusivamente per scopi commerciali. L’inserzionista rimane proprietario del Contenuto che concede a Microsoft su base non esclusiva. L’inserzionista è completamente responsabile delle campagne pubblicitarie che promuove ai sensi dei propri criteri di accesso e di tutto il Contenuto, anche qualora Microsoft vi abbia in parte contribuito. Microsoft potrà cambiare in qualsiasi momento Bing Ads per aggiungere, rimuovere o modificare funzionalità o la rete dei siti Web aderenti e altri outlet di distribuzione. Alcune di tali modifiche potrebbero essere obbligatorie, alcune potrebbero essere accettabili o rifiutabili esplicitamente dall’inserzionista e altre potrebbero influire su ciò che l’inserzionista deve a Microsoft (ad esempio, una certa modifica potrebbe favorire il clic di un annuncio). “Contenuto” indica le informazioni che l’inserzionista potrà fornire a Microsoft perché le pubblicizzi attraverso Bing Ads, inclusi gli annunci, le parole chiave scelte e il budget.

 

Articolo 2. Divieti. L’inserzionista accetta di non accedere (direttamente o indirettamente) a Bing Ads né di utilizzarlo. Accetta altresì di non fornire Contenuto a Microsoft per Bing Ads in alcun modo che violi la legge applicabile o il presente Contratto.

 

Articolo 3. Pagamenti. Tenendo conto delle condizioni di fatturazione standard scelte dall’inserzionista, Microsoft calcolerà e gli addebiterà gli importi dovuti e l’inserzionista provvederà a corrisponderli. Gli importi dovuti non comprendono eventuali imposte. Nessuna delle parti è responsabile di eventuali imposte che l’altra parte è obbligata a pagare. L’inserzionista pagherà eventuali imposte sulle vendite, sul valore aggiunto, sul bollo o simili, la cui riscossione sia autorizzata ai sensi della legge applicabile. Nel caso in cui l’inserzionista fornisca un valido certificato di esenzione, Microsoft non riscuoterà le imposte indicate in tale certificato. Qualora sia in vigore l’obbligazione di effettuare ritenute su qualsiasi pagamento che l’inserzionista avrà corrisposto a Microsoft, l’inserzionista potrà dedurre tali imposte e versarle all’autorità fiscale competente. L’inserzionista consegnerà a Microsoft una ricevuta ufficiale di tali ritenute e altra documentazione ragionevolmente richiesta da Microsoft al fine di poter proporre un reclamo per un credito relativo ad imposte estere o un rimborso e porrà in essere ogni sforzo adeguato per garantire che le eventuali imposte siano il più possibile contenute, nel limite consentito dalla legge applicabile. Pagamenti Anticipati. Eventuali pagamenti anticipati dovranno essere trattati come comprensivi di IVA, laddove applicabile.

 

Articolo 4. Esclusione di Garanzie; Limitazione di Responsabilità. L’inserzionista potrà accedere a Bing Ads e utilizzarlo interamente a suo rischio. Tutti gli aspetti delle prestazioni e dei servizi di Microsoft sono “come sono”, “con tutti i difetti” e “come disponibili”. Microsoft non rilascia alcuna dichiarazione sulla qualità o la disponibilità di Bing Ads o di altri programmi ed esclude tutte le garanzie (espresse, implicite, imperative o di altro tipo, incluse quelle di commerciabilità (qualità non inferiore alla media), adeguatezza per uno scopo specifico, non violazione di diritti di terzi e perizia). Nessuna delle parti è responsabile di danni speciali, incidentali, consequenziali, esemplari, puntivi o di altri danni indiretti relativi al presente Contratto, inclusi danni per perdita di dati o lucro cessante, prevedibili o meno, a prescindere da qualunque ipotesi di responsabilità. La responsabilità complessiva, massima di ciascuna delle parti nei confronti dell’altra e di tutti i terzi: (a) per tutti i reclami correlati al presente Contratto è limitata a 5.000 USD e (b) in conformità alla suddetta clausola, per ogni reclamo equivale all’importo corrisposto dall’inserzionista a Microsoft ai sensi del presente Contratto per la campagna pubblicitaria che ha dato origine al reclamo. Nessuna disposizione del presente Articolo 4 si applica alle obbligazioni di pagamento dell’inserzionista o all’Articolo 5.

 

Articolo 5. Indennizzo. L’inserzionista difenderà e indennizzerà Microsoft (e le sue consociate, i suoi direttori, funzionari, dipendenti e coloro che agiscono per suo conto) da qualsiasi reclamo, domanda, azione giudiziaria o altra asserzione di diritti da parte di terzi e da tutti gli accordi transattivi, le sentenze e le spese conseguenti (inclusi i corrispettivi e le spese legali) derivanti da o correlati al Contenuto o all’utilizzo di Bing Ads da parte dell’inserzionista.

 

Articolo 6. Periodo di Validità e Limitazione dei Rimedi. Il presente Contratto ha validità a decorrere dalla data di accettazione fino alla sua risoluzione. Ciascuna delle parti potrà risolvere il presente Contratto e terminare la propria partecipazione a Bing Ads in qualsiasi momento, per qualsiasi ragione (o senza ragione), comunicandolo per iscritto. Gli Articoli compresi tra 3 e 11 e la garanzia nelle premesse estenderanno la loro validità temporale anche dopo la risoluzione del contratto.

 

Articolo 7. Comunicazioni e Modifiche. Microsoft potrà inviare tramite posta elettronica all’indirizzo specificato dall’inserzionista comunicazioni su Bing Ads, il presente Contratto o le informazioni necessarie per legge. Le comunicazioni inviate all’inserzionista tramite posta elettronica vengono considerate inviate e ricevute quando il messaggio viene trasmesso. Microsoft potrà invece comunicare all’inserzionista eventuali modifiche ai criteri e alle operazioni pubblicando un avviso sul Sito di Bing Ads. Microsoft potrà apportare modifiche a Bing Ads o ai Criteri di Bing Ads in qualsiasi momento, senza preavviso e con effetto futuro. Microsoft potrà cambiare il presente Contratto su comunicazione di terzi. L’utilizzo di Bing Ads da parte dell’inserzionista dopo che le modifiche sono diventate effettive indica l’accettazione delle modifiche; qualora l’inserzionista non le accetti, dovrà interrompere l’utilizzo di Bing Ads. In tal caso l’inserzionista dovrà comunicarlo per posta raccomandata con ricevuta di ritorno all’attenzione di Microsoft Bing Ads LCA all’indirizzo riportato all’Articolo 11.

 

Articolo 8. Arbitrato Vincolante e Rinuncia all’Azione di Categoria nel caso in cui la Sede Principale dell’Attività dell’Inserzionista si trovi negli Stati Uniti. Nell’eventualità remota di una controversia tra l’inserzionista e Microsoft, entrambi accettano di provare per 60 giorni a risolvere la questione per via informali. Qualora non sia possibile e la sede principale dell’attività dell’inserzionista si trovi negli Stati Uniti, l’inserzionista e Microsoft acconsentono al singolo arbitrato vincolante davanti all’American Arbitration Association (“AAA”) ai sensi del Federal Arbitration Act. Acconsentono inoltre a non promuovere alcuna controversia in tribunale davanti a un giudice o a una giuria. Deciderà invece un arbitro neutrale. Non sono consentite azioni legali collettive, arbitrati di categoria, azioni rappresentative e alcun altro procedimento che preveda che una delle parti agisca in funzione di rappresentante. Non è consentito nemmeno riunire i singoli procedimenti senza il consenso di tutte le parti.

 

Il documento completo Contratto di Arbitrato e Rinuncia all’Azione di Categoria contiene altre condizioni ed è disponibile all’indirizzo http://advertise.bingads.microsoft.com/en-us/class-action-waiver. L’inserzionista e Microsoft accettano le condizioni ivi contenute. L’inserzionista deve leggerlo con attenzione.

 

Articolo 9. Legge Applicabile e Foro per la Risoluzione delle Controversie. Nel caso in cui la sede principale dell’attività dell’inserzionista si trovi negli Stati Uniti o in Canada, il presente Contratto sarà disciplinato in base alle leggi dello Stato o della Provincia in cui si trova la sede principale dell’attività dell’inserzionista e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi ad oggetto l’eventuale inadempimento del contratto stesso e l’utilizzo di Bing Ads, indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di leggi, ad eccezione delle disposizioni relative all’arbitrato che vengono disciplinate dal FAA. Nel caso in cui la sede principale dell’attività dell’inserzionista si trovi in Europa, Medio Oriente o Africa (“EMEA”), il presente Contratto e qualsiasi obbligazione non contrattuale derivante da esso, qualsiasi reclamo per inadempimento e l’utilizzo di Bing Ads verranno disciplinati dalle leggi di Inghilterra e Galles, indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di leggi. Nel caso in cui la sede principale dell’attività dell’inserzionista si trovi al di fuori degli Stati Uniti, del Canada e dell’EMEA, si applicherà la legge dello Stato del Nevada, USA, indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di leggi. Qualora una controversia di Microsoft finisca in tribunale, in relazione al presente Contratto o alla sua attuabilità (inclusi i reclami o le controversie non contrattuali) o all’utilizzo di Bing Ads da parte dell’inserzionista, la competenza esclusiva sarà affidata ai tribunali (a) di Inghilterra e Galles, qualora la sede principale dell’attività si trovi in EMEA o (b) dell’Ontario, Canada, qualora la sede principale dell’attività si trovi in Canada, (c) diversamente, la competenza esclusiva di tali controversie sarà affidata a un tribunale statale o federale di King County, Washington, USA. L’inserzionista rinuncia a qualsiasi obiezione a procedere in tali tribunali per motivi di competenza o per il fatto che tali procedimenti siano stati presentati in una giurisdizione non adeguata.

 

Articolo 10. In Generale. Il mancato adempimento di una parte del presente Contratto non costituirà una rinuncia; solo le rinunce scritte sono valide. Qualora un tribunale o un arbitro possa ritenere non attuabile una parte del presente Contratto così com’è scritta, tali condizioni verranno sostituite con condizioni simili e attuabili nella misura ammessa dalla legge applicabile, ma la parte restante del Contratto non subirà variazioni. L’Articolo h del Contratto di Arbitrato illustra ciò che accade qualora alcune parti del precedente Articolo 8 (arbitrato e rinuncia all’azione di categoria) siano illegali o non attuabili e in caso di discrepanza tra il presente Articolo e l’Articolo h, quest’ultimo abbia prevalenza. Tutti i diritti e le soluzioni derivanti dal presente Contratto sono cumulativi. L’inserzionista metterà in evidenza un collegamento a un’informativa sulla privacy online su ciascun sito Web accessibile da qualsiasi annuncio o Contenuto e garantirà la conformità di tale informativa alle leggi in vigore in quel momento e al presente Contratto. Come stabilito tra l’inserzionista e Microsoft, Microsoft possiede tutte le informazioni riguardanti gli utenti che ha raccolto tramite i propri servizi di pubblicità. Microsoft raccoglie, utilizza e divulga le informazioni sugli utenti nella modalità descritta nelle proprie Informative sulla Privacy. Il presente Contratto costituisce l’intero accordo tra le parti in merito a tale materia, riunisce tutte le comunicazioni precedenti o contemporanee e sostituisce qualsiasi accordo precedente tra le parti in merito a tale materia.

 

Articolo 11. Persona Giuridica Microsoft. “Microsoft” indica Microsoft Online, Inc. (6100 Neil Road, Reno, NV 89511 USA) a meno che la sede dell’attività principale dell’inserzionista non si trovi in (a) India, nel qual caso “Microsoft” indica Microsoft Corporation (India) Private Limited (F-40, N.D.S.E – I, New Delhi-110049), (b) Taiwan nel qual caso “Microsoft” indica Microsoft Taiwan Corporation (8F, #7 Sungren Rd, Shinyi Chiu, Taipei, Taiwan), (c) Brasile nel qual caso “Microsoft” indica Microsoft do Brasil Importação e Comércio de Software e Video Games Ltda., società registrata con il Numero CNPJ 04.712.500/0001-07 (Av. Bernardino de Campos, 98, Mezanino Sala 08, CEP: 04004-040 São Paulo/SP Brasil) o (d) Europa, Medio Oriente o Africa (“EMEA”) nel qual caso “Microsoft” indica Microsoft Ireland Operations Limited (The Atrium Building, Block B, Carmanhall Road, Sandyford Industrial Estate, Dublin 18, Ireland).

 

Grazie per avere letto integralmente il presente documento. Microsoft è lieta di poter avviare una collaborazione.